TAR

home / Archivio / Fascicolo / Cass. 15 luglio 2016, n. 14420

indietro stampa articolo indice fascicolo leggi articolo leggi fascicolo


Cass. 15 luglio 2016, n. 14420

Marco Rossetti

(Sez. III) – 15 luglio 2016, n. 14420 – Pres. Armano, Est. Frasca, P.M. Patrone (diff.) – G. (avv. Nenci) c. FATA S.p.A. (avv. Cavaliere).

(Sentenza impugnata: App. Roma 8 marzo 2012)

 

In tema di assicurazione contro gli infortuni, da cui derivino postumi di invalidità di carattere permanente, il termine di prescrizione del diritto all’indennizzo decorre, ex art. 2952, comma 2, c.c., dal verificarsi dell’evento lesivo previsto dalla polizza e, dunque, dal momento in cui emerga lo stato di invalidità permanente coperto dalla stessa, sicché l’assicuratore che intenda opporre la prescrizione del diritto fatto valere dall’assicurato ha l’onere di provare non già la data di verificazione del sinistro, ma quella in cui si è manifestato lo stato di invalidità conseguente allo stesso (1).

 

(1) Il principio è un corollario dell’altro, ripetutamente affermato dalla Suprema Corte, secondo cui nell’assicurazione contro gli infortuni, quando il pagamento del­l’indennizzo sia previsto in presenza di una invalidità permanente, è solo dal momento in cui si consolidano i postumi dell’infortunio che può dirsi maturata l’invali­dità, e di conseguenza avverato l’evento rischioso previsto dalla polizza (così già Cass., Sez. III, 17 aprile 1992, n. 4735, in Foro it. Rep., 1992, Prescrizione e decadenza, n. 71; Cass., 17 luglio 1986, n. 4617, in Giust. civ., 1986, I, 2730; Cass., Sez. I, 10 agosto 1979 n. 4653, ivi, 1979, I, 2020).

 

La Corte (Omissis).

PAROLE CHIAVE: ass. infortuni - - postumi di invalidità permanente - diritto all’indennizzo

 FATTO

 

1. P.G. ha proposto ricorso per cassazione contro la S.p.A. FATA avverso la sentenza dell’8 marzo 2012, con cui la Corte d’appello di Roma ha rigettato il suo appello contro la sentenza resa in primo grado dal Tribunale di Viterbo nell’ottobre del 2004, la quale aveva rigettato la domanda da esso ricorrente proposta nel luglio del 2001 per ottenere la condanna del FATA al pagamento, sulla base di una polizza assicurativa contro gli infortuni con essa stipulata, dell’indennizzo per gli esiti di un infortunio occorsogli il 12 settembre 1998 in occasione di un sinistro stradale.

2. Nella sentenza di primo grado il Tribunale di Velletri, dopo avere nel corso del giudizio proceduto all’istruzione della causa con una c.t.u. riguardo alle lesioni sofferte dall’attore, rigettava la domanda accogliendo l’eccezione di prescrizione del diritto all’indennizzo per decorso del termine annuale allora previsto dall’art. 2952, comma 2, c.c., nel testo applicabile alla vicenda e ciò sull’assunto che fra la data del sinistro e quella di una richiesta stragiudiziale di indennizzo formulata dal G. il 10 maggio del 2000 fosse decorso il detto termine.

3. Sull’appello del G. che [continua..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio


  • Giappichelli Social