TAR

home / Giurisprudenza / Corte di cassazione / Da Milano a Roma: nuove ..

21/04/2021
Da Milano a Roma: nuove regole sulle "tabelle" per il danno da morte


argomento: Giurisprudenza - Corte di cassazione

» visualizza: il documento (Cass. civ., sez. III, 21.4.2021 n. 10579) scarica file

PAROLE CHIAVE: - danno morale - danno da morte

di Marco Rossetti

La corte di cassazione "boccia" la tabella milanese per il risarcimento del danno non patrimoniale da uccisione di un prossimo congiunto, e "promuove", invece, quella adottata dal tribunale di Roma.
La corte, dopo aver ricordato che finalità principale di una tabella deve essere quella di garantire la parità di trattamento e la prevedibilità delle decisioni giudiziarie, ha ritenuto che il criterio milanese per la liquidazione del danno morale da morte non soddisfaceva tali requisiti, a causa dell'amplissimo margine di discrezionalità che lasciava all'organo giudicante, nonché a causa dell'ampia "forbice" prevista fra il risarcimento minimo e quello massimo per ciascuna categoria di danneggiati.
È stato preferito invece dalla corte di cassazione il metodo adottato dal tribunale di Roma - anche se la corte lascia intendere che non la "tabella" del tribunale capitolino, ma il "criterio" adottato da quel tribunale supera il vaglio del giudizio di legittimità: con la conseguenza che d'ora innanzi la liquidazione potrà avvenire anche in base alle tabelle diverse da quelle adottate dal tribunale di Roma, a condizione che siano costruite con un criterio analogo.



indietro

  • Giappichelli Social